domenica 26 marzo 2017

La grotte de Sainte Marie-Madeleine a Le Baume

Periodo
26 marzo 2017
Il monastero incastonato nella roccia visto dal parcheggio.

Luoghi visitati
La grotte de Sainte Marie-Madeleine a Le Baume

Itinerario
Camminata nella foret de Baume per raggiungere la chiesa nella grotta dedicata a Santa Maria Maddalena: abbiamo preso all'andata le chemin du roi più semplice, ma leggermente più lungo, mentre al ritorno abbiamo preso le chemin du canapè, più ripido, ma più spettacolare.
Con i bambini ci si mette poco meno di un'ora, c'è la possibilità di fermarsi lungo il sentiero, ma vicino alla grotta c'è un rifugio per i pellegrini (abri du pelerin), ossia una stanza con dei tavoli dove potersi sedere e mangiare il proprio pranzo al sacco, sono a disposizione anche dei libri (per bimbi e adulti), acqua, the e la stanza è riscaldata da un pittoresco camino.

Interno della grotta dove è stata creata la cappella dedicata a Santa Maria Maddalena

Impressioni
A papà Elia è piaciuto: la camminata in salita, l'abri du pelerin (rifugio del pellegrino) e la chiesa nella grotta.
Non gli è piaciuta la discesa perché troppo scivolosa e che in alto non ci sono i bagni.

A mamma Eleonora è piaciuto: la passeggiata nel bosco, la chiesa dentro la grotta molto suggestiva, anche se umidissima, la possibilità di poter mangiare nel rifugio del pellegrino e accendere le due candeline per il nonno.
Non le è piaciuta la mancanza di toilette.

Camminando per il bosco...

A Serena è piaciuto: camminare con il bastone al ritorno, mangiare il panino, accendere la candela, andare nella casa di Gesù nella grotta.
Non le è piaciuto fare la salita

A Jacopo.è piaciuto: mangiare nel rifugio del pellegrino, fare la foto la chiesa e la discesa.
Non gli è piaciuto camminare.

A Lorenzo è piaciuto: camminare e tenere il bastone in mano come i due fratelli grandi.
Non gli è piaciuto stare nello zaino al ritorno.

Il percorso che abbiamo fatto!

Nessun commento:

Posta un commento