giovedì 8 settembre 2016

Islanda tredicesima tappa

Periodo
17 agosto 2016

Città visitate
Borgarnes

Luoghi visitati
Settlement Center e piscina municipale a Borgarnes

La riva del mare nei pressi del ristorante guesthouse Englendingavík

Ristoranti
Englendingavík a Borgarnes

Alloggi
Borgarnes HI Hostel a Borgarnes

Itinerario
Dopo colazione e ancora con maltempo (gita a Flatey completamente saltata) decidiamo di partire direttamente verso Borgarnes, l'ultima tappa prima del weekend a Reykjavik.
Quando arriviamo proviamo a fare subito il check-in all'ostello, ma invano, allora ripieghiamo sulla piscina comunale, dove passiamo tutta la mattina tra scivoli, idromassaggio e hot spot; subito dopo facciamo la spesa per il pranzo che consumeremo in una zona di alberi e prato vicino alla piscina.
Nel pomeriggio, durante il periodo della siesta, decidiamo di fare un giro fino all'area geotermica di Reykholt dove stanno costruendo delle terme utilizzando le sorgenti calde di Deildartunguhver per poi tornare in paese e vedere il Settlement Center, ovvero il museo sull'insediamento Vichingo in Islanda. Il museo è super pubblicizzato e ha ottime recensione dappertutto, ma è molto difficile da fare con tre bambini sotto i 5 anni, solo i due più grandi hanno apprezzato la prima parte, la seconda invece è stata noiosa un po' per tutti.
Dopo il museo andiamo in ostello, ci laviamo e prepariamo la stanza, in modo tale che dopo la cena possiamo andare direttamente a nanna. Avevamo previsto la cena all'hotel Bru, famoso per il suo buffet serale a base di pesce, ma scopriamo che ormai ha chiuso da nemmeno un anno, quindi alla fine ci ritroviamo Englendingavík, un ristorante guesthouse in riva al mare.
Poche foto oggi.

Il ponte per raggiungere Borgarnes che taglia Borgarfjordur

Impressioni
A papà Elia è piaciuto: il ristorante non tanto per il cibo in sé, che comunque era buono, ma non eccezionale, quanto per la bellissima location.
Non gli è piaciuto l'ostello perché era un vero e proprio ostello, senza nessuno charme.

A mamma Eleonora è piaciuto il Settlement Center, anche se assolutamente non per bambini piccoli, la piscina per gli scivoli, il picnic al parco e la vista del ristorante.
Non le è piaciuto l'ostello perché mal tenuto e piuttosto anonimo.

A Serena è piaciuto: il museo che aveva le audio guide in italiano, la piscina per l'idromassaggio e gli scivoli, la cena al ristorante in particolare il gelato, e infine che è quasi finita la vacanza perché è contenta di tornare a Tolone.
Non le è piaciuto stare in macchina perché era scomoda.

A Jacopo.è piaciuto: la piscina, andare a fare la spesa perché c'erano i giochini fuori dal supermercato, e che è quasi finita la giornata.
Non gli è piaciuta tanto la cena al ristorante e che non ha mangiato il dessert.

A Lorenzo è piaciuto: la pizza a pranzo e la piscina, compreso lo scivolo giallo.
Non gli è piaciuto molto il Settlement Center, troppo buio.

La terrazza del ristorante guesthouse Englendingavík

Nessun commento:

Posta un commento